Padri separati

Ultimo atto: ciak si divorzia

Di Redazione GenGle

Pubblicato il 08 novembre 10.48

 

Ho lo stesso vestito di quando mi sono sposato, sembra quasi la fotografia di un film d’altri tempi, dove tutti gli attori si guardano con freddezza e senza fiatare. Si rasenta il cinema muto delle sale degli anni passati.

“Come è strano riuscire a comunicare anche solo con gli sguardi.”

Avvocati, segretari, attori principali e comparse che si fanno compagnia davanti all’anticamera dell’inferno; percezione della tensione e della cattiveria che si riversa tra carte e cartelle, tra anni di felicità passati insieme e sacrifici che ci hanno portato a costruire una storia d’amore catastrofica.

Si entra e non si capisce più niente; si sente la tensione di chi ha dato in mano a degli perfetti sconosciuti quello che è un “pezzo di vita” passato in due; ti chiedi chi siano questi soggetti che parlano usando parole diverse da quelle che senti ogni giorno e ti senti ubriaco; non capisci cosa stiano dicendo, eppure parlano di te. 

Tutte queste persone davanti al proprio patibolo pronte a giudicare in 6 minuti (perché quello è il tempo a loro disposizione) per riuscire a riconciliare e decidere se sia giusto o sbagliato quello che due avvocati, profumatamente pagati per farci litigare, abbiano deciso per noi.

Perché diciamocelo pure…noi entriamo dentro uno studio, pensiamo di poter spaccare il mondo e poi ci ritroviamo con un pugno di mosche e la coda tra le gambe.

La tensione raggela la sala e non riusciamo a capire che ci sono delle persone umane davanti a noi.

Il giudice, donna (con tanto di attributi), legge quello che abbiamo scelto per noi e per le nostre figlie; si ferma, respira, alza gli occhi e guarda la madre, mentre ripete quello che ha appena letto: “le figlie manterranno la residenza presso la casa del padre”; poi mi guarda e sorride. 

Continua a leggere ma, non ha tempo di girare quel maledetto foglio e si ferma di nuovo per ripetere la stessa scena di prima cambiando le parole: “la signora seppur avendo lo stesso reddito del padre percepirà un assegno di mantenimento di X euro”…la guarda…mi guarda…..sorrido….lei mi sorride e continua a leggere.

Ho trovato umanità davanti ad una donna che ha saputo leggere tra le righe quello che ha cancellato la felicità di una famiglia.

Sono entrato in quella sala 3 volte (perché la prima separazione ero all’estero per lavoro) ed ho sempre trovato umanità, perché chi entra con la cattiveria dentro vede solo persone fredde davanti a sè, senza capire la difficoltà di quel lavoro che stanno facendo: cancellare la storia di un amore per scrivere su carta bollata la condanna di un fallimento.

Bruno Nappa


CONSIGLIATI PER TE


16 COMMENTI E RISPOSTE

.from Oliviero F.

.the_day
novembre 08 alle 12:06h
:-(

.from Bruno Nappa

.the_day
novembre 08 alle 14:36h
Lusingato.....anche se, la mia prof d'italiano si sta ribaltando nella bara...

Di Lara B.

.the_day
novembre 08 alle 16:25h
Emozionante, Bruno... Grazie

.from Raul P.

.the_day
novembre 08 alle 14:58h
Non credo Bruno ,che la maestra avrebbe qualche cosa da ridire . Con le parole hai reso l' idea precisa di cosa voglia dire trovarsi in un posto dove non avresti mai voluto esserci e trovare comunque una nota positiva .

.from Federico I.

.the_day
novembre 08 alle 16:15h
Immagino bene la tensione!

.from Emanuel Di Giusto

.the_day
novembre 08 alle 17:30h
I miei compliementi Bruno per aver trasmesso la reale sensazione che si prova in quelle stanze.

Di serena r.

.the_day
novembre 09 alle 10:33h
Si complimenti tutto verissimo e descritto perfettamente , ma quando ci sono azioni così forti di cambiamento bisogna riconquistare una nuova

Di Bruno Nappa

.the_day
novembre 09 alle 19:53h
Giusto serena.......a testa alta si può ricominciare

.from massimo m.

.the_day
novembre 10 alle 13:09h
non lo s0....mi sembra a volte ancora cosi' surreale.....eppure dovra' succedere prima o poi.....respiro e mando giu'....

Di Bruno Nappa

.the_day
novembre 16 alle 23:54h
L'importante é viver il momento.......

.from Manuela S.

.the_day
novembre 16 alle 12:06h
tremendamente ..vero. Complimenti per come hai descritto quello che molti di noi hanno passato in quelle stanze..

Di Bruno Nappa

.the_day
novembre 16 alle 23:51h
Grazie

Di gabriele b.

.the_day
novembre 17 alle 20:40h
Scusa la mia venalita' ma la residenza a casa tua e l'assegno a lei ? Ma con chi stanno i bimbi ?

Di Bruno Nappa

.the_day
novembre 19 alle 09:52h
Assegno alle bambine....quota dell affitto.....affidamento congiunto con collocamento a casa mia

Di gabriele b.

.the_day
novembre 19 alle 19:25h
Ma se hanno il collocamento da te perche' devi pagare l'affitto alla tua ex e dargli pure l'assegno per le bsmbine ????? Come hsi fatto ad ottenere il vollocamento ???? A me non me lo hanno dato malgrado io sia a casa da sei anni con i bimbi mentre la compagna lavorava e lavora tuttora da mattina a sera e ora i bimbi stanno con la baby sitter . !!!!!!

Di Bruno Nappa

.the_day
novembre 21 alle 10:30h
Ogni caso é a se.....ho giocato le mie carte e sono riuscito ad ottenere quello che volevo.........l'errore che fanno in tanti é quello di prendere la situazione sul piede di guerra puntando sull' auto lesionismo

.cookie_text .cookie_text_2